L’ 8 marzo è la Giornata internazionale dei diritti della donna

Per ricordare sia le conquiste sociali, economiche e politiche, sia le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state e sono ancora oggetto in ogni parte del mondo. Per questo si festeggia l’ 8 marzo.

Le donne, un concentrato di tutto, di sentimenti opposti e contrastanti che ne delineano la bellezza e ne rendono lo spirito inafferrabile e certe volte incomprensibile.

Forti, ma anche sensibili, emancipate, ma anche in preda a sensi di colpa, realizzate, ma anche piene di insicurezze. Donne: le migliori amiche/nemiche di se stesse.

Ancora molto bisogna fare in ambito sociale e la parità tra uomo e donna è ancora lontana. La otterremo quando non sarà necessario fissare delle quote rosa nelle strutture pubbliche e private per garantire la rappresentatività femminile nella società. Oppure quando non daremo grande rilevanza alla notizia di una vittoria femminile nello sport, come se fosse qualcosa di eccezionale, fuori dal normale, perché non bisognerà più sottolineare la notizia.

COS’È LA MODA PER UNA DONNA?

La moda è sempre stata una grande complice per comunicare i propri stati d’animo e le conquiste raggiunte, come l’ 8 marzo.

Più legato alla psicologia c’è poi l’aspetto del mascheramento. Gli abiti possono anche servire a nascondere lati della personalità che non si vogliono fare conoscere o, viceversa, a mostrarli.

I vestiti non sono mai dei meri abiti, ma vengono “rivestiti” di un significato, sono un linguaggio codificato. Sono per esempio le piume di pavone, sono la coperta di Linus, sono un riflettore. Se vogliono sentirsi belle, se sono felici, se sono nostalgiche o infelici, se vogliono essere notate.

W

LE DONNE!
IL COLORE!

UN CALEIDOSCOPIO DI EMOZIONI DIVERSE!

8 marzo - Festa della donna

8 marzo, per ricordare sia le conquiste sociali, economiche e politiche, sia le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state e sono ancora oggetto in ogni parte del mondo.